VERTEBROPLASTICA E CIFOPLASTICA

Per il trattamento delle fratture vertebrali

La vertebroplastica, e la cifoplastica che ne è una tecnica derivata, sono procedure chirurgiche minimamente invasive indicate nel trattamento delle fratture vertebrali, sia di natura traumatica sia di origine patologica. Possono inoltre coadiuvare il trattamento dell’osteoporosi o persino di alcuni tumori secondari.

Continua a leggere, ti spieghiamo tutto su queste procedure!


PARLA CON LO SPECIALISTA

Esponi i tuoi dubbi allo specialista in un colloquio faccia a faccia o telefonico, completamente gratuito. Clicca sul bottone e compila la richiesta!



I NOSTRI SPECIALISTI


  • Davide Caldo
  • Francesco Caiazzo
Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Chirurgo vertebrale, visita a Torino, Milano e Genova

Francesco Caiazzo

Francesco Caiazzo

Dott. Francesco Caiazzo

Chirurgo vertebrale, visita a Napoli



Che cos’è la vertebroplastica

La procedura di vertebroplastica è percutanea, vale a dire che non richiede alcuna incisione o punti di sutura, ma basta un forellino nella pelle attraverso cui inserire una cannula. Questa viene accuratamente posizionata alla vertebra da trattare con la guida videofluoroscopica (o ampliscopica), una tecnica radiografica utilizzabile durante gli interventi chirurgici.
Fasi della vertebroplasticaAttraverso la cannula viene poi iniettato direttamente nel corpo vertebrale, cioè nell’osso, un apposito polimero chiamato “cemento“, che riempie le porosità naturali dell’osso e si solidifica in breve tempo, conferendo alla vertebra una densità e resistenza incrementate. Le sostanze che possono essere iniettate sono diverse e si suddividono in base alle caratteristiche fisiche (alta o bassa viscosità) che le rendono adatte alle svariate condizioni patologiche da trattare, oppure in base alle caratteristiche biologiche (cementi biologici) che le rendono adatte all’uso in diverse età.

Cifoplastica

Una variante della vertebroplastica (indicata però solo in casi molto ristretti) è la cifoplastica. Questa, in aggiunta all’iniezione di cemento, prevede l’uso di un “palloncino” posizionato nel corpo vertebrale e gonfiato per ripristinarne l’altezza e le dimensioni normali. Cifoplastica fasiIn questo modo con l’iniezione successiva del cemento si ottiene il ripristino di un adeguato spessore vertebrale.

Cifoplastica meccanica

Una ulteriore variante più moderna delle procedure intrasomatiche, che avvengono cioè all’interno del cosiddetto corpo della vertebra, è la cifoplastica meccanica. In questo caso nel corpo vertebrale non viene posizionato un palloncino, bensì un piccolo divaricatore metallico, una sorta di sofisticato “cric” dal funzionamento analogo a quello che si usa per l’auto. Il seguente video illustra la procedura:

Questa tecnica è particolarmente efficace nel ripristinare l’altezza originaria del corpo vertebrale, anche in caso di affondamento parziale di una singola regione oppure di affondamento dell’intero piatto, cioè la parte piana superiore della vertebra (nel qual caso solitamente si impiantano due dispositivi). Quello per la cifoplastica meccanica è il primo dispositivo impiantabile dentro i corpi delle vertebre che ha mostrato di essere in grado di influenzare significativamente il ripristino di una normale curva (gli altri dispositivi arrestano il crollo vertebrale soltanto). La cifoplastica meccanica è tanto più efficace nel ripristinare la normale curva della schiena quanto più venga utilizzato in prossimità dell’evento traumatico: l’ideale è entro 15 giorni dalla frattura.

Quando serve la vertebroplastica

Come detto, la vertebroplastica è una procedura per il trattamento delle fratture vertebrali di varia origine. Una vertebra può infatti subire fratture o microfratture per le seguenti ragioni:

  • Trauma, a causa di un incidente o caduta
  • Stress meccanico, causato da eccessivo sovrappeso o sport estremi
  • Osteoporosi, che indebolisce il tessuto osseo
  • Chemioterapia, indebolisce il tessuto osseo in maniera analoga all’osteoporosi
  • Metastasi da alcuni tumori

In tutti questi casi l’intervento di vertebroplastica o cifoplastica punta ad eliminare il dolore osseo ripristinando l’integrità dei corpi vertebrali. Nel caso dell’osteoporosi e delle patologie oncologiche, però, la vertebroplastica è da intendersi unicamente come coadiuvante delle altre terapie prescritte.

Risultati della vertebroplastica

I pazienti che si sottopongono a vertebroplastica tollerano in generale molto bene l’intervento, che viene praticato in anestesia locale e con un ricovero di un giorno soltanto.
Il dolore si risolve completamente in una percentuale elevatissima di pazienti entro 15 giorni dalla procedura.


DOMANDE FREQUENTI


L’intervento di vertebroplastica è pericoloso?

Come tutti gli interventi percutanei, la vertebroplastica non comporta perdita di sangue. Le probabilità di una lesione delle strutture circostanti (in particolare dei tessuti nervosi) dovuta a cemento “scappato” fuori dalla vertebra esistono, ma possono essere minimizzate dall’utilizzo di cementi ad alta viscosità.

In quali casi la vertebroplastica non basta?

In alcuni casi non è sufficiente riempire la vertebra di cemento, ma occorre anche ripristinare le curve normali della colonna vertebrale, altrimenti insorgerebbero complicanze. Una curvatura innaturalmente accentuata può dare ad esempio difficoltà a respirare o semplicemente determinare la permanenza del dolore. In questi casi è spesso necessario associare una stabilizzazione della colonna.

Quanto dura il ricovero?

La durata del ricovero dipende naturalmente dalla complessità della procedura chirurgica e dalla necessità o meno di associare più procedure (ad esempio vertebroplastica e stabilizzazione vertebrale). Nel caso di una vertebroplastica semplice il paziente può in generale tornare a casa il giorno stesso, mentre se si devono fare anche altre procedure la degenza può arrivare anche a 4-5 giorni.

Altre domande?

Vuoi sapere altro o hai bisogno di un parere medico? Usa il pulsante qui sotto per richiedere una videochiamata gratuita con uno specialista della colonna vertebrale! Verrai ricontattato nel giro di 48-72 ore.




PATOLOGIE E CONDIZIONI CORRELATE



OSTEOPOROSI

La perdita di densità ossea, soprattutto nelle donne, espone al rischio di fratture vertebrali


SCOPRI DI PIÙ


FRATTURE VERTEBRALI

Le fratture vertebrali si possono trattare se diagnosticate tempestivamente


SCOPRI DI PIÙ

Clinica Online bianco

ClinicaOnline.it è il primo servizio in Italia a portare il medico in casa tua. Con la nostra piattaforma è possibile consultare online, faccia a faccia, uno specialista qualificato a dare consigli per la tua condizione medica.
Attenzione: la videoconsulenza non sostituisce in alcun modo la visita in studio.

Copyright Interfaccia Biomedicale Srl 2017. Tutti i diritti riservati.