OZONOTERAPIA

Trattamento ambulatoriale per l’ernia del disco

L’ozonoterapia intradiscale è un trattamento minimamente invasivo, eseguito di solito in ambulatorio, per il trattamento delle protrusioni discali e di alcune ernie contenute. Deve il suo nome all’utilizzo di ozono liquido a scopo terapeutico.

Continua a leggere per capire come funziona e a chi è diretta questa procedura!


PARLA CON LO SPECIALISTA

Esponi i tuoi dubbi allo specialista in un colloquio faccia a faccia o telefonico, completamente gratuito. Clicca sul bottone e compila la richiesta!



I NOSTRI SPECIALISTI


  • Davide Caldo
Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Chirurgo vertebrale, visita a Torino, Milano e Genova



Che cos’è l’ernia del disco

Il disco intervertebrale è l’ammortizzatore morbido che unisce le vertebre, i segmenti ossei di cui è costituita la colonna vertebrale. Congiungendo le vertebre, il disco intervertebrale consente il movimento della colonna in diverse direzioni e assorbe le sollecitazioni che questa subisce normalmente con il movimento, contribuendo a mantenerne la stabilità e la corretta forma.
Il disco intervertebrale è una fibrocartilagine e talvolta può “sfiancarsi”, deformarsi o addirittura rompersi. La parte più morbida interna, detta nucleo polposo, può parzialmente fuoriuscire dalle crepe che si possono formare nella “guarnizione” che la contiene (l’anulus o anello fibroso). In questo caso si verifica l’ernia (quando c’è fuoriuscita di nucleo polposo) o la semplice protrusione (deformazione del disco senza fuoriuscita di nucleo).
In presenza di ernia il tessuto discale può interferire con la “caveria”, il tessuto nervoso (midollo spinale e/o radici nervose) che trasmette le informazioni dalle gambe e dalle braccia al cervello e che invia i comandi ai muscoli.

Come si cura l’ernia del disco

In molti casi un approccio conservativo, ovvero il trattamento con farmaci e fisioterapia, è sufficiente a risolvere il problema. In altri casi, che costituiscono comunque una minoranza, solo un approccio chirurgico può rimuovere il materiale che interferisce meccanicamente con il sistema nervoso.Riabilitazione ernia discaleVi sono anche condizioni intermedie in cui la semplice terapia conservativa non sembra essere sufficiente, ma il materiale fuoriuscito dal nucleo è “contenuto” in una seconda struttura (il legamento longitudinale posteriore) che rinforza posteriormente il disco intervertebrale. È questo il campo della terapia “interventistica” non chirurgica, di cui sono esempi anche il Discogel, la nucleoplastica e il laser intradiscale. Il concetto alla base di queste procedure è che non occorre rimuovere fisicamente il materiale che sporge, ma sono sufficienti due azioni combinate:

  • disinfiammare la regione
  • ridurre la pressione del tessuto discale su quello nervoso

Alleviare l’infiammazione

Il primo obiettivo può essere raggiunto attraverso l’iniezione locale di un antinfiammatorio, ad esempio il cortisone. Purtroppo però il cortisone è disponibile solo come soluzione liquida e i liquidi sono incomprimibili. Per questo l’iniezione in spazi ristretti può talvolta causare paradossalmente un aumento del dolore invece che una sua diminuzione, per la semplice compressione effettuata dal liquido.

Decomprimere l’area

Il secondo obiettivo può essere raggiunto attraverso vari sistemi che rimuovono piccole quantità di materiale dal disco attraverso principi meccanici (asportazione, vite senza fine, piccole pinze), fisici (laser per vaporizzarne una parte) ecc.

Come funziona l’ozonoterapia

L’ozonoterapia è l’utilizzo all’interno del disco del gas Ozono, iniettato in ambulatorio attraverso una guida radiografica (videofluoroscopio). Il gas è in grado di effettuare una “ozonolisi“, ovvero la riduzione di una piccola parte del volume discale “coagulando” parte del nucleo polposo. Di conseguenza, con una sorta di “effetto risucchio” dall’interno, si riduce e “rientra” tutto o parte del volume delle ernie o protrusioni.Iniezione farmaci intradiscaleL’ozono, va ricordato, è un gas sicuro presente in natura, una “variante” dell’ossigeno dotata di particolare potere ossidante, disinfettante e antinfiammatorio: realizza dunque con un’unica iniezione sia la riduzione dell’infiammazione, sia il sollievo della compressione sui tessuti nervosi.

Efficacia dell’ozonoterapia

Il trattamento viene svolto in ambulatorio, senza bisogno dunque di ricovero, dietro somministrazione di una piccola quantità di anestetico locale per evitare il fastidio dell’ago al paziente. È una tecnica utilizzata da oltre 10 anni con buoni risultati documentati dalla letteratura scientifica internazionale.

Controindicazioni all’ozonoterapia

Non esistono particolari controindicazioni all’ozonoterapia, ovvero condizioni del paziente che possano ridurre l’efficacia del trattamento o renderlo addirittura rischioso.
Le uniche controindicazioni possono essere un’alterazione della coagulazione del sangue o un’infezione in atto, in particolare sulla cute in corrispondenza del punto d’ingresso dell’ago.


DOMANDE FREQUENTI


Posso ripetere l’ozonoterapia se mi tornano i sintomi?

In generale l’ozonoterapia è ben tollerata e può essere ripetuta. È importante tenere presente però che laddove il sollievo sia solo di breve durata e i sintomi continuino a ripresentarsi è possibile prendere in considerazione l’intervento chirurgico. Il medico esperto di chirurgia vertebrale saprà descrivere al paziente le metodologie più moderne e meno invasive.

Devo stare a riposo dopo il trattamento?

Solitamente viene consigliato di evitare gli sforzi per un breve periodo, ma è possibile tornare presto al lavoro, a guidare ecc. Va ricordato che in presenza di ernie e protrusioni un ciclo di fisioterapia mirata è sempre consigliato.

Altre domande?

Vuoi sapere altro o hai bisogno di un parere medico? Usa il pulsante qui sotto per richiedere una videochiamata gratuita con uno specialista della colonna vertebrale! Verrai ricontattato nel giro di 48-72 ore.




PATOLOGIE COLLEGATE



ERNIA DEL DISCO

Ernie del disco e protrusioni discali si verificano quando il rivestimento esterno del disco intervertebrale cede


SCOPRI DI PIÙ

Clinica Online bianco

ClinicaOnline.it è il primo servizio in Italia a portare il medico in casa tua. Con la nostra piattaforma è possibile consultare online, faccia a faccia, uno specialista qualificato a dare consigli per la tua condizione medica.
Attenzione: la videoconsulenza non sostituisce in alcun modo la visita in studio.

Copyright Interfaccia Biomedicale Srl 2017. Tutti i diritti riservati.