DISCOGEL

Procedura semplice e veloce per l’ernia del disco contenuta

SPECIALISTI

Esponi i tuoi dubbi allo specialista in un colloquio faccia a faccia completamente gratuito. Prenota subito la videochiamata da qualunque dispositivo!


DAVIDE CALDO

Chirurgo vertebrale

Caricamento in corso ...

Per il trattamento dell’ernia del disco contenuta e delle protrusioni discali è disponibile una procedura particolarmente rapida e poco invasiva, chiamata Discogel.

Discogel

Che cos’è l’ernia del disco

L’ernia del disco è una patologia che interessa i dischi intervertebrali, i cuscinetti morbidi posti tra una vertebra e l’altra con la funzione doppia di ammortizzare il carico meccanico del movimento e di donare flessibilità e mobilità alla colonna.
Con la naturale usura dell’invecchiamento o dei movimenti ripetitivi un disco intervertebrale si può erniare, ovvero deformare o addirittura rompere. Vi sono diversi stadi di gravità dell’erniazione:

  • Protrusione: il primo stadio è quello in cui il disco è ancora integro, ma sussiste una deformazione. Il disco risulta cioè schiacciato tra le vertebre e sporge pertanto da una parte, spesso quella posteriore
  • Ernia contenuta: il disco è in questo caso parzialmente danneggiato. L’anello esterno, più rigido, ha ceduto nei suoi strati più interni e parte del nucleo polposo al suo interno spinge perciò sulla rimanente parete esterna, sporgendo lateralmente
  • Ernia espulsa: è lo stadio ultimo dell’erniazione, in questo caso l’anello fibroso è spaccato e il materiale polposo esce dal disco e si sparge nei tessuti vicini

Sintomi

I sintomi da ernia del disco variano a seconda di dove la lesione si verifichi. Non si tratta di sintomi provocati dall’ernia in sé (moltissime ernie sono asintomatiche, vale a dire che non vengono notate dal paziente), quanto piuttosto da quanto queste tocchino o premano sulle radici nervose presenti nella parte posteriore della colonna vertebrale.ernia discaleNella schiacciante maggioranza dei casi le ernie discali sono lombari, si verificano cioè nella bassa schiena. In questi casi il sintomo più comune è la sciatica, con dolore più o meno esteso a una o entrambe le gambe. Si associano alterazione della sensibilità, crampi e difficoltà deambulatorie a seconda della gravità dell’ernia.
Nei casi di ernia cervicale, localizzata cioè nelle vertebre del collo, i sintomi sono dolore, formicolii e debolezza percepiti nella spalla, nel braccio e fino alla mano.

Casi trattabili con Discogel

L’ernia del disco può dare tutta una serie di fastidiosi sintomi nel momento in cui la parte di disco che sporge dalla propria sede va a premere sui tessuti nervosi circostanti, il midollo o le radici nervose. Questi sintomi includono dolore locale (lombare, cervicale o dorsale) o dolore irradiato ad un arto (braccio o gamba).
Il trattamento con Discogel è efficace nell’ernia contenuta, quella cioè in cui l’anello discale non è rotto e non si verifica il versamento al suo esterno del materiale gelatinoso del nucleo polposo. Si capirà bene il perché tra poco, quando spiegheremo come funziona questa tecnica. Un’altra indicazione tipica è la protrusione, ovvero lo stadio prima dell’ernia discale in cui il disco “sporge” molto limitatamente verso il vicino tessuto nervoso.
Il Discogel raggiunge il massimo dell’efficacia nei casi di dolore irradiato al braccio o alle gambe, mentre è meno efficace del laser nei casi di “dolore assiale” (limitato alla colonna), che in qualche caso può richiedere perfino la stabilizzazione vertebrale con strumenti mini-invasivi come le viti percutanee o gli stabilizzatori interspinosi.

Controindicazioni

Le ernie espulse non possono dunque venire trattate con Discogel, mentre un’altra controindicazione all’impiego di questa tecnica è quella della spiccata disidratazione del disco. L’ultima controindicazione è quella in cui lo spessore del disco, visto in una radiografia in carico, si sia ridotto oltre il 50% dell’originale.

Come funziona Discogel

Discogel è una sostanza polimerica in forma liquida che viene iniettata dal chirurgo direttamente all’interno del disco erniato. Qui essa va a riempire tutte le lacerazioni e fessure create dall’erniazione, e si solidifica in breve tempo riducendo il proprio volume, cioè restringendosi. iniezione discogelQuesto processo crea un effetto di trazione meccanica dall’interno del disco stesso che richiama il materiale erniato, facendo così rientrare l’ernia.

La procedura

Il procedimento per l’applicazione di Discogel è estremamente semplice. A seconda di dove si trovi l’ernia da trattare, si può effettuare la procedura in anestesia locale (ernie lombari) o totale (ernie cervicali).
Per l’iniezione del materiale viene utilizzato un normale ago introdotto all’interno del disco tramite guida radiografica. La procedura richiede in totale circa 20 minuti, dopo i quali il paziente può già lasciare la struttura e tornare a casa. Questo video illustra le proprietà fisiche di Discogel:

Effetti e recidiva

Quando effettuata secondo le indicazioni corrette, dunque solo nel caso delle ernie contenute, la procedura con Discogel presenta una ottima percentuale di successo anche a lungo termine. La brevità dell’intervento e l’invasività ridottissima ne fanno una scelta prediletta per i casi di ernia meno gravi.
Bisogna ricordare però che la procedura non è completamente immune da recidive: in una piccola percentuale di casi l’ernia si ripresenta allo stesso disco.


DOMANDE FREQUENTI


Discogel funziona davvero?

Quando è utilizzato secondo le indicazioni correte, dunque nel trattamento delle sole protrusioni ed ernie contenute, Discogel ha un’ottima percentuale di successo.

Dopo il trattamento con Discogel è possibile che l’ernia si riformi?

Va detto che il trattamento con Discogel non è immune dal rischio di recidive, ovvero del riformarsi dell’ernia allo stesso disco. L’incidenza delle recidive, per quanto non elevata, è

Discogel è anallergico?

Non sono noti casi di reazioni allergiche a Discogel.

Quanto dovrò stare ricoverato?

Il trattamento con Discogel non richiede normalmente alcun ricovero: si può lasciare l’ospedale subito dopo aver ricevuto la terapia.

Dovrò fare fisioterapia?

Un programma di esercizi mirati al rafforzamento muscolare e alla mobilitazione della schiena è sempre consigliabile. In questo modo, oltre a far passare i sintomi dell’ernia trattata, se ne previene il riformarsi.

Altre domande?

Vuoi sapere altro o hai bisogno di un parere medico? Prenota qui sotto una videoconsulenza gratuita con uno specialista della colonna vertebrale!

Caricamento in corso ...


PATOLOGIE E CONDIZIONI CORRELATE



Ernia del disco

ERNIA DEL DISCO


Il disco erniato preme sulle radici nervose dando luogo a sintomi quali dolore, debolezza, formicolio. Si può curare con tecniche mini-invasive.


SCOPRI DI PIÙ

Clinica Online bianco

ClinicaOnline.it è il primo servizio in Italia a portare il medico in casa tua. Con la nostra piattaforma è possibile consultare online, faccia a faccia, uno specialista qualificato a dare consigli per la tua condizione medica.
Attenzione: la videoconsulenza non sostituisce in alcun modo la visita in studio.

Copyright Interfaccia Biomedicale Srl 2017. Tutti i diritti riservati.