DOLORE CERVICALE

Cos’è, che sintomi dà, come si cura

Il dolore cervicale o cervicalgia è un sintomo più che una condizione in sé. Interessa una grandissima porzione della popolazione italiana di tutte le età (7 persone su 10 provano dolore al collo almeno una volta nel corso della settimana). Nella maggior parte dei casi è di natura muscolare e dunque trattabile semplicemente con esercizi fisici mirati.
Sono più rari i casi di dolore cervicale dovuti ad alterazioni strutturali, ossee o articolari: questi richiedono maggiore attenzione, un consulto medico e un trattamento più completo.

Qui di seguito spieghiamo le diverse cause della cervicalgia e i possibili trattamenti per questo problema.


PARLA CON LO SPECIALISTA

Esponi i tuoi dubbi allo specialista in un colloquio faccia a faccia o telefonico, completamente gratuito. Clicca sul bottone e compila la richiesta!



I NOSTRI SPECIALISTI


  • Davide Caldo
  • Francesco Caiazzo
Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Dott. Davide Caldo

Chirurgo vertebrale, visita a Torino, Milano e Genova

Francesco Caiazzo

Francesco Caiazzo

Dott. Francesco Caiazzo

Chirurgo vertebrale, visita a Napoli



Natura muscolare

La stragrande maggioranza dei casi di dolore cervicale sono dovuti ad un problema di natura muscolare, le cosiddette “contratture“. È infatti molto comune che i muscoli del collo, delle spalle e della parte alta della schiena si contraggano dolorosamente, limitando la mobilità di queste parti del corpo e provocando sofferenza al paziente.

Cause

Le possibili cause di un dolore cervicale di natura muscolare possono essere le seguenti:

  • Postura scorretta mantenuta per molte ore
  • Sovraccarico eccessivo della muscolatura del collo, ad esempio in alcuni sport o attività lavorative
  • Stress
  • Uso di materassi e/o cuscini inadeguati

Tutte queste sono situazioni che innescano la contrazione muscolare e il conseguente dolore, che a sua volta può aumentare la contrattura in una sorta di “circolo vizioso”.

Sintomi

Il dolore cervicale di natura muscolare si distingue per una serie di sintomi. L’intensità dipende naturalmente dalla serietà del problema e dalle condizioni di salute generali. Ecco l’elenco:

  • Dolore alla parte posteriore del collo
  • Rigidità del collo e difficoltà di movimento
  • Mal di testa (in particolare nella zona posteriore o frontale del capo)
  • Senso di nausea
  • Vertigini e perdita dell’equilibrio

Cura

Quando è di natura puramente muscolare il dolore cervicale è piuttosto semplice da curare. Bastano alcuni esercizi mirati, eseguiti nell’arco della giornata con calma e con movimenti lenti e dolci, per migliorare sensibilmente e gradualmente la condizione.Dolore cervicale eserciziA questi si può aggiungere l’assunzione di farmaci antidolorifici, antinfiammatori non steroidei o miorilassanti su indicazione del medico, soprattutto nei casi in cui il dolore è particolarmente forte. L’applicazione di principi fisici come il calore (dalle compresse calde di una volta ai moderni cerotti autoriscaldanti) può favorire il rilassamento muscolare. Vanno invece evitate le cure fai-da-te.

Natura ossea e articolare

Più rari sono i casi in cui il dolore cervicale è dovuto ad un problema a livello di ossa e articolazioni della colonna vertebrale. Un caso tipico è quello del cosiddetto “colpo di frusta” risultante da un incidente, in cui le articolazioni della colonna subiscono uno stress notevole. I piccoli danni o slittamenti riportati richiedono tempo per guarire.
Un altro caso, comune nell’età avanzata, è quello dell’artrosi cervicale: questa patologia degenerativa interessa le cartilagini che proteggono le articolazioni anteriori o posteriori (le cosiddette “faccette”) tra le vertebre, provocandone il progressivo deterioramento e assottigliamento. Quando la cartilagine è significativamente o completamente erosa, il contatto diretto tra le parti ossee provoca dolore. Nel processo degenerativo vengono pian piano coinvolti tutti gli altri elementi articolari come legamenti, capsule e tessuti vicini.
Vi è poi il caso dell’ernia del disco cervicale, in cui la protrusione del disco intervertebrale può andare a toccare le radici nervose, provocando una serie di sintomi dolorosi e funzionali nelle braccia.

Sintomi

I sintomi del dolore cervicale di natura ossea e articolare si distinguono prima di tutto per il fatto che vanno peggiorando nel tempo, essendo il frutto di una condizione degenerativa. L’estensione dei sintomi varia a seconda dell’interessamento dei tessuti nervosi. Questa è la panoramica dei sintomi che possono intervenire:

  • Dolore alla zona cervicale
  • Dolori a spalle, schiena, braccia e petto
  • Formicolio a braccia, mani o testa
  • Difficoltà nel compiere movimenti anche minimi del capo
  • Senso di nausea e vertigine
  • Debolezza degli arti superiori e inferiori
  • Limitazione alla camminata, difficoltà di deambulazione

In particolare, i sintomi quali formicolio e debolezza degli arti si presentano quando la radice nervosa è coinvolta nella condizione, in particolare nei casi di ernia. Dolori, difficoltà motorie del collo e una sensazione di “resistenza” durante i movimenti del capo sono invece caratteristici dei casi di artrosi vertebrale.

Cure

La cura del dolore cervicale di natura ossea e/o articolare dipende naturalmente da quale sia la condizione alla base dei sintomi. È pertanto indispensabile la diagnosi del medico.
Iniezione intradiscaleSe si tratta di ernia del disco cervicale può in alcuni casi essere sufficiente una terapia fisioterapica e farmacologica, così come nei casi lievi di artrosi vertebrale. Di fronte alla persistenza o al peggioramento dei sintomi si deve però prendere in considerazione in entrambi i casi la possibilità di procedure “interventistiche” (poco invasive) o veri e propri interventi chirurgici.
Nel caso dell’ernia del disco vi sono oggi a disposizione alcune metodiche molto poco invasive, che permettono però una degenza rapida e hanno una buona percentuale di successo. Queste sono:

In caso invece di artrosi vertebrale si rendono necessari diversi tipi di intervento valutati caso per caso dal chirurgo operante. Quasi sempre l’operazione comprende:

  • Rimozione degli osteofiti, cioè delle formazioni ossee abnormi caratteristiche dell’artrosi
  • Decompressione del midollo, con cui si rimuovono le formazioni ossee che premono direttamente sul midollo spinale o sulle radici nervose
  • Stabilizzazione: “saldatura” di due vertebre insieme per donare stabilità al tratto della colonna interessato

DOMANDE FREQUENTI


Si può prevenire il dolore cervicale?

Prevenire il dolore cervicale è possibile. Bisogna considerare che la quasi totalità della popolazione al di sopra dei 70 anni sviluppa artrosi cervicale, e va dunque incontro a un progressivo manifestarsi e accentuarsi di sintomi dolorosi e invalidanti.
In generale, le uniche misure per cercare di prevenire il dolore cervicale, di qualsiasi natura, includono:

  • Mantenere una postura corretta, soprattutto se si passa molto tempo seduti o al computer
  • Fare una moderata attività fisica
  • Evitare gli sport estremi
  • Fare esercizi per rilassare la muscolatura del collo

Altre domande?

Vuoi sapere altro o hai bisogno di un parere medico? Usa il pulsante qui sotto per richiedere una videochiamata gratuita con uno specialista della colonna vertebrale! Verrai ricontattato nel giro di 48-72 ore.




PROCEDURE COLLEGATE



STABILIZZAZIONE VERTEBRALE

La stabilizzazione vertebrale risolve sia i problemi degenerativi del disco, sia l’instabilità dei corpi vertebrali


SCOPRI DI PIÙ


DISCOGEL

L’iniezione di Discogel aiuta a trattare in breve tempo i casi di ernia contenuta e protrusione discale


SCOPRI DI PIÙ


OZONOTERAPIA

Iniettando ozono all’interno del disco si ottiene una disinfiammazione dei tessuti e il riassorbimento delle protrusioni


SCOPRI DI PIÙ


RADIOFREQUENZA

L’ablazione con radiofrequenza delle faccette articolari aiuta a trattare i sintomi dolori dell’artrosi vertebrale


SCOPRI DI PIÙ

Clinica Online bianco

ClinicaOnline.it è il primo servizio in Italia a portare il medico in casa tua. Con la nostra piattaforma è possibile consultare online, faccia a faccia, uno specialista qualificato a dare consigli per la tua condizione medica.
Attenzione: la videoconsulenza non sostituisce in alcun modo la visita in studio.

Copyright Interfaccia Biomedicale Srl 2017. Tutti i diritti riservati.